Archive for the ‘moleskini’ Category

Non ci crederete…

settembre 29, 2008


…ma oggi ho visto passare un leone proprio davanti ai miei occhi.

Che storia.

Cannes 2008, tutto bene, peccato per Servillo.

maggio 25, 2008

Gomorra di Garrone vince il gran premio della giuria. Paolo Sorrentino vince il premio della giuria con Il Divo. L’immenso Tony Servillo non vince la palma come miglior attore, sconfitto da Benicio Del Toro. Prevedibile. Che Guevara contro Andreotti. Non c’è partita. Sono contentissimo. Poi dice che gli italiani non vincono mai a Cannes.

Nando’s after dinner.

maggio 22, 2008

In book al D&AD global student awards 2008.
Tutti i risultati qui.
E’ il mio primo riconoscimento. Sono contento.

Blow up, figata.

marzo 5, 2008


http://www.iloveblow.com
Ancora non credo ai miei occhi.

Mirko Virgili’s spacciamorte

marzo 2, 2008

everibody gotta learn sometimes

dicembre 16, 2007


Ho da poco scoperto Michel Gondry, questo brano è la colonna sonora di un suo grandissimo film “se mi lasci ti cancello”.

right to be wrong

dicembre 5, 2007


...you're entitled to your opinionBut it's really my decisionI can't turn back I'm on a missionIf you care don't you dare blur my visionLet me be all that I can beDon't smother me with negativityWhatever's out there waiting for meI'm going to faced it willingly

un viral fatto col cuore

novembre 10, 2007

Stronzate

ottobre 22, 2007


Un saggio di Harry G. Frankfurt.”Uno dei tratti più salienti della nostra cultura è la quantità di stronzate in circolazione”, scrive l’autore nella prima riga di questo brillante saggio filosofico. Vacue scemenze infestano i dibattiti televisivi, le pagine dei giornali, la politica. Eppure mancava una chiara definizione delle stronzate, del loro significato e di quanto siano nemiche della verità ben più delle menzogne. Attraverso riflessioni su Wittgenstein, Pound, sant’Agostino, questo libro rigoroso e irriverente – clamoroso bestseller negli Stati Uniti – rappresenta un primo passo in direzione di una “teoria delle stronzate” e una brillante analisi critica della cultura contemporanea.

how to make a masterpiece with a droodle

ottobre 20, 2007

Saatchi & Saatchy, Oackland

Wilkinson’s viral

ottobre 15, 2007

La trovo una magata in piena regola.
Un virale di sicura diffusione, prevedo epidemia.

Back to kings of convenience

ottobre 9, 2007


giusto un pezzeto, qui trovate il testo
… fatevene una ragione l’amore non è poi una cosi grande verità.

Roisin Murphy

ottobre 6, 2007


il testo, particolarmente bello

La strada

ottobre 2, 2007


Il mio papà mi ha regalato queto libro.Questa è una breve sinossi: un uomo e un bambino viaggiano attraverso le rovine di un mondo ridotto a cenere in direzione dell’oceano, dove forse i raggi raffreddati di un sole ormai livido cederanno un po’ di tepore e qualche barlume di vita. Trascinano con sé sulla strada tutto ciò che nel nuovo equilibrio delle cose ha ancora valore: un carrello del supermercato con quel po’ di cibo che riescono a rimediare, un telo di plastica per ripararsi dalla pioggia gelida e una pistola con cui difendersi dalle bande di predoni che battono le strade decisi a sopravvivere a ogni costo. E poi il bene più prezioso: se stessi e il loro reciproco amore.
Questo è un brano che mi ha fulminato:
“…in quei primi anni le strade erano affollate di profughi imbacuccati dalla testa ai piedi.Protetti da maschere e occhialoni, seduti fra gli stracci sul bordo della strada come aviatori in rovina. Carriole piene di cianfrusaglie. Carri e carretti al seguito. Gli occhi spiritati in mezzo al cranio. Gusci di uomini senza fede che avanzavano barcollanti sul selciato come nomadi in una terra febbricitante. La rivelazione finale della fragilità di ogni cosa. Vecchie e spinose questioni si erano risolte in tenebre e nulla. L’ultimo esemplare di una data cosa si porta con sè la categoria. Spegne la luce e scompare. Guardati intorno. Mai è un sacco di tempo. Ma il bambino la sapeva lunga. E sapeva che mai è l’assenza di ogni tempo.”

olympus shark

ottobre 1, 2007